Il progetto

Teatro Criminale nasce dall’idea di alcuni attori fiorentini: è possibile riuscire a stupire il pubblico?

La ragione ci porta fino ai piedi di un muro e ci lascia lì. Credo che l’ultima risorsa sia lo stupore: non bisognerebbe stancarsi mai di provare un attimo di sbalordimento di fronte a quelle cose che ci paiono ovvie, il suono della propria voce, la venatura di una foglia, le stelle che cadono la notte di San Lorenzo.

Luca Goldoni

In tutti i nostri spettacoli cerchiamo di creare qualcosa di nuovo per far provare al pubblico sensazioni che si è scordato da tempo.
L’assuefazione è noia, la sorpresa è scoperta quindi… divertimento!

Gran parte dei nostri attori hanno frequentato discipiline teatrali basate sull’arte dell’improvvisazione, ne segue che il pubblico non sa mai cosa aspettarsi